L'evoluzione del mercato delle muscle car: Aste vs Privati

Nonostante tutte le modifiche agli eventi in asta dal 1 aprile 2020, le vendite di muscle car sono effettivamente aumentate rispetto ai due anni precedenti. Il numero di muscle car vendute è aumentato da 17.358 all'anno a un tasso di 19.621 all'anno dopo il 1 aprile, con un aumento del 13%.


C'è da notare che altri segmenti stanno accelerando ancora più velocemente. Per le auto moderne ad alte prestazioni, qui definite come coupé e decappottabili costruite tra il 1985 e il 2003, le vendite sono aumentate del 31% nello stesso periodo. La loro popolarità sulle piattaforme di aste online è in rapida crescita, grazie al peso sempre crescente dei giovani acquirenti che premiano questi veicoli. Non va considerato, tuttavia, che i classici moderni siano più popolari: il tasso di vendita di questi veicoli, poco più di 9.000 all'anno dal 1 aprile, rimane meno della metà di quello delle muscle car.


La chiave di tutto questo è la vastità del mercato privato. In precedenza, abbiamo notato che qualcosa come sette auto vengono vendute privatamente per ognuna all'asta. Per le muscle car nel 2020, la disparità è stata ancora più drammatica. La quota delle vendite agli eventi di aste dal vivo è quasi dimezzata al 5,5% e la quota delle vendite online è salita all'1,3%. Al contrario, le auto moderne ad alte prestazioni vendono relativamente spesso online: il 9 percento di tutte le transazioni di vendita pubblica e privata (basate sui dati assicurativi) sono condotte online. In altre parole, anche se le aste si sono esaurite, gli appassionati hanno trovato il modo di acquistare e vendere ancora più muscle car tramite concessionari e transazioni peer-to-peer.




88 visualizzazioni